Una commissione parlamentare sul linguaggio e i crimini d’odio

Una commissione parlamentare sul linguaggio e i crimini d’odio

di Milena Santerini

La senatrice a vita Liliana Segre, dichiarando la fiducia al governo Conte II, ha espresso preoccupazione per i numerosi episodi dell’ultimo anno che fanno temere «un imbarbarimento, con casi di razzismo trattati con indulgenza, la diffusione dei linguaggi d’odio», in particolare «con l’utilizzo di simboli religiosi in modo farsesco e pericoloso, un revival del Gott mit uns».

>>> continua a leggere l’articolo su Avvenire