Razzismo: se è normale dire “negro”

Razzismo: se è normale dire “negro”

di Luigi Manconi

Una delle più futili sciocchezze che si sentono in giro si manifesta nella falsa ingenuità della domanda: ma perché non posso chiamare negro un negro? L’ultimo a esercitarsi in questo classico dilemma della semantica è stato Luca Castellini, capo riconosciuto degli ultrà del Verona. Ma è stato preceduto da numerosi giornalisti e intellettuali della destra che trovano in quell’interrogativo il gusto civettuolo di una presunzione di anticonformista…

>> continua a leggere su La Repubblica

_______________

Il giudice sportivo della Serie A ha ordinato la chiusura per un turno del settore “poltrone est” dello stadio Marcantonio Bentegodi di Verona come sanzione per i cori razzisti a Mario Balotelli durante Hellas Verona-Brescia di Serie A. Il giudice sportivo ha scritto nel comunicato che i cori “sono stati chiaramente percepiti, oltre che dal giocatore, anche dal rappresentate della Procura federale posizionato in prossimità del settore”.

Domenica l’incontro era stato sospeso nel secondo tempo dopo che Balotelli aveva calciato il pallone verso la curva veronese in risposta ai versi da scimmia provenienti da una zona degli spalti, fatto poi confermato dai video circolati online subito dopo. Martedì mattina la dirigenza del Verona ha vietato l’ingresso allo stadio fino al 2030 a uno dei capi del suo tifo organizzato, il quale aveva insultato il giocatore tramite i social network e in una trasmissione radiofonica locale.